Nuovo direttivo per i “mestieranti” di Priocca

PRIOCCA Venerdì 30 ottobre il “Gruppo antichi mestieri di Priocca”, nato in seguito alla realizzazione del presepe vivente della borgata San Vittore, ha eletto il proprio nuovo direttivo.

Preso atto delle dimissioni, per motivi di salute, del presidente Carlo Galliano, che per 15 anni è stato alla guida del gruppo, i mestieranti priocchesi hanno votato il nome di Marco Roero, già vice di Carlo, quale nuovo presidente. Giovanni Sorba ne sarà il vice, mentre i consiglieri saranno Paolo Pasquero, Gabriella Chiavegato e Giuseppe Tarabra.

Il gruppo Antichi mestieri in costume

Partito in sordina nel 1994, il presepe della borgata ha saputo imporsi all’attenzione della zona, grazie al numero di comparse, alla ricchezza dei costumi e alla fedeltà delle ricostruzioni storiche.
Affinché l’impegno profuso non si esaurisse nelle due o tre serate natalizie, si pensò di estrapolare da questo gruppo quelli che non erano solamente comparse, ma artigiani capaci di riproporre in chiave antica un mestiere, ormai scomparso, oppure vissuto oggi in modo assai diverso grazie ai moderni macchinari, come quello del falegname, della ricamatrice, del calzolaio, dello stagnino e di molti altri. Si creò così il “Gruppo antichi mestieri”, che, di piazza in piazza, si è fatto conoscere a livello regionale e addirittura nazionale, grazie a un intervento alla trasmissione “Unomattina”. Attualmente il gruppo è costituito da trentacinque persone, che portano in giro una ventina di “mestieri”. Nel 2015 sono state 13 le “uscite” realizzate, tra cui una in Francia.

Gli amici degli Antichi mestieri “in borghese”

Il direttivo, ringraziando lo storico presidente per l’impegno costante attraverso tre lustri, gradirebbe l’innesto di nuovi volontari con ulteriori mestieri e capacità, da presentare alla curiosità dei giovani e a risvegliare il ricordo degli anziani.
Alessia M. Alloesio