Il Tartufo dell’anno 2015 a Mauro Salizzoni, direttore del Centro trapianti fegato di Torino

ALBA Il “Tartufo dell’anno 2015” andrà al dottor Mauro Salizzoni, direttore del Centro trapianti di fegato di Torino e alla sua equipe. Il riconoscimento sarà consegnato nella prima metà di dicembre durante una cerimonia dedicata al Teatro sociale “Busca” di Alba. Lo annunciano il sindaco di Alba Maurizio Marello, l’assessore comunale al turismo Fabio Tripaldi e il presidente dell’Ente Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba Liliana Allena.

Per la prima volta nella storia della Fiera albese, nata nel 1929, il “Tartufo dell’anno” viene assegnato  ad un grande luminare della medicina di avanguardia. Finora il pregiato tuber era sempre andato a un personaggio del mondo dello spettacolo, dello sport, della scienza, della politica o del mondo istituzionale.

La scelta coincide con il 25° compleanno del Centro trapianti di fegato dell’ospedale Molinette della Città della salute di Torino. Infatti, il primo trapianto fu eseguito il 10 ottobre 1990 su un uomo di 44 anni affetto da epatite virale e vissuto poi per 13 anni con un nuovo fegato funzionante. Da allora, in 25 anni, sono stati eseguiti 2.737 trapianti di fegato. Di questi, 126 di una sola parte del fegato, 57 in combinazione con altri organi come rene, pancreas o polmone, 14 da donatore vivente e 6 con tecnica “domino”. Il primo trapianto di fegato su paziente in età pediatrica è stato eseguito il 10 gennaio 1993 a favore di una diciassettenne con ottimi risultati.

«Quest’anno – dichiara il sindaco Maurizio Marello – vogliamo premiare un luminare di fama mondiale che insieme alla sua equipe ha salvato moltissime vite in questi 25 anni. Insomma un tartufo dell’anno davvero speciale e di “sostanza”».