Chiesa dei Battuti bianchi: completato il grande restauro

BRA Gli ultimi ponteggi saranno smontati a fine mese. Da dicembre la chiesa barocca della Santissima Trinità – più nota come “Battuti bianchi” – tornerà al suo antico splendore, dopo essere stata oggetto di un radicale intervento di restyling. Spiega Ezio Michelazzo, restauratore dell’impresa sanfredese Dellarocca: «Abbiamo ripulito le cornici che corrono tutto intorno al perimetro dell’edificio sacro, togliendo la patina di grigio, formata dalla polvere, che si è accumulata in oltre duecento anni. Poi abbiamo effettuato il consolidamento delle statue e di tutti gli stucchi che presentavano delle imperfezioni; infine abbiamo operato sull’altare e sulle parti basse dell’edificio sacro».


Il restauro conservativo, affidato dal direttivo della Confraternita dei Battuti bianchi – secondo le indicazioni delle Soprintendenze dei beni artistici e architettonici e storici e artistici – ha raggiunto un costo di oltre 300 mila euro, godendo del finanziamento della Compagnia di San Paolo, della fondazione Cassa di risparmio di Bra, dell’Amministrazione comunale, del Lions club Bra Host e di alcuni privati.
Il presidente della Confraternita Livio Sartirano: «I lavori che sono stati eseguiti erano ormai improcrastinabili. La nostra chiesa, gioiello del barocco piemontese, è un patrimonio di tutta la città e noi intendiamo preservarla al meglio. Ringrazio tutti coloro che a vario titolo ci danno un contributo per quest’opera tanto importante quanto onerosa. Adesso terremo aperta la chiesa nei fine settimana per offrire a tutti la possibilità di ammirarla».
Il vicepresidente Giovanni Mulassano: «Sono allo studio alcuni eventi per inaugurare il restauro conservativo, che faremo la prossima primavera. Abbiamo in mente dei concerti gospel e di fisarmoniche, oltre a qualche serata culturale, anche se il prossimo appuntamento importante è quello della Messa di mezzanotte alla vigilia di Natale».
Intanto si sono anche scelti i rettori della Confraternita per il prossimo anno sociale, che riceveranno l’investitura ufficiale in primavera: si tratta di Enrico Rolfo, Sebastiano Luca e Fabrizio Lozito.
Valter Manzone