Corporali Ipnotiche, la mostra del pittore albese Enrico Porro

ALBA Enrico Porro, giovane artista albese, sarà il protagonista della personale di pittura “Corporali Ipnotiche” ospitata nei salotti dell’Associazione culturale “Casa Asso di Coppe” di via Gioberti ad Alba. L’inagurazione è in programma venerdì 27 novembre alle 19. «Il mio studio si concentra sulla riflessione e sull’esplorazione della femminilità, attraverso ritratti sintetici su sfondi monocromi. Osservo ed individuo pose che mi attraggono particolarmente, senza volgarità né provocazione. Alcuni dei miei ritratti sono ritagli, zone corporee accuratamente selezionate, in cui voglio evidenziare particolarità distintive del corpo umano. Con lo stile damascato bianco colante che risalta sullo sfondo di ogni opera, voglio esprimere la mia volontà di avvicinamento ad un’eleganza di epoche ormai passate» spiega, a Gazzetta d’Alba, l’artista classe 1985, vincitore di numerosi premi tra cui il “Combat Prize” 2015 ricevuto a Livorno, l’Art Gallery di Milano e il Mad Prize di Vieste.

Una passione, quella di Enrico, nata in tenera età  e cresciuta da autodidatta nel corso degli anni. Diplomato presso l’Istituto tecnico “Einaudi” di Alba, l’artista albese predilige l’arte figurativa e in particolare l’approfondimento e lo studio della figura femminile. I quadri che saranno esposti (fino a lunedì 7 dicembre) saranno su carta e tela, il commento critico sarà a cura di Guido Folco, direttore del Museo Miit di Torino e della Rivista Italia Arte. Per chi fosse interessato a conoscere meglio l’artista e la sua arte è possibile consultare il sito www.enricoporro.com

Marcello Pasquero