Frane: la Regione suddivide i fondi per i danni del maltempo di marzo

LANGHE E ROERO Quasi 5 milioni e mezzo di euro per intervenire sulle frane che a marzo hanno messo in ginocchio le strade della provincia di Cuneo. La Granda incamera la maggior parte dei 9,7 milioni di euro, destinati dal Consiglio dei ministri al Piemonte. È solo una parte di quei 44 milioni richiesti per ripristinare tutti i movimenti franosi che si sono aperti in primavera.


Alba riceverà 80 mila euro per il ripristino della frana in strada Baresane; a Bra andranno 30 mila euro per la messa in sicurezza della scarpata in località San Michele. Due gli interventi che superano i 100 mila euro: a Mango 209 mila euro per lavori urgenti finalizzati al ripristino della viabilità di strada Beppe Fenoglio; a Trezzo Tinella vanno 162 mila euro per le strade Roreto e Pian del Soglio. A Bossolasco i 93 mila euro stanziati serviranno per mettere in sicurezza il versante a valle dell’area mercatale e degli impianti sportivi. 85 mila euro andranno al municipio di Monesiglio per la messa in sicurezza di strada Noceto, 79 mila a Monforte per il consolidamento di strada San Sebastiano in località Boggioni. A Novello con 72 mila euro sarà possibile consolidare strada Ravera.
Passando al Roero a Guarene sarà possibile mettere in sicurezza strada Biano con 25 mila euro, a Montà i 61 mila euro stanziati serviranno per mettere in sicurezza la ex sp 929 e la strada comunale di località Carretta-Balla. Il Comune della sinistra Tanaro più beneficiato sarà Vezza che con 90 mila euro andrà a consolidare il muro di sostegno a margine della provinciale 152.
Marcello Pasquero