Un nuovo planobus per i Volontari ambulanza Roero

CANALE Il trentatreesimo anniversario di fondazione del Var (Volontari ambulanza Roero) è stato festeggiato da soci, familiari e simpatizzanti, sabato 24 ottobre.


Alla celebrazione della Messa, presso la parrocchia San Vittore, a Canale, è seguita la benedizione del nuovo Planobus, un Ducato nove posti attrezzato con pedana per trasportare i ragazzi disabili che frequentano i centri diurni Pin Bevione e Principe Ranocchio.
Durante la cena, all’interno del salone manifestazioni, a Vezza, sono state consegnate alcune benemerenze ai volontari.
Sono stati premiati per i 20 anni di servizio volontario Giovanni Marchiaro e Franco Sandrini, per 15 anni Ezio Battaglino e Antonella Delsanto, per 10 anni Margherita Costa, Attilio Molino, Carlo Cordero, Tommaso Ferrantelli, Roberto Quaglia e Francesco Gallarato. Hanno invece 5 anni di servizio i volontari Gianfranco Triverio, Rinuccia Boetti, Iolanda Scanavino, Rosa Maria Rosso e Giovanni Casetta.
Alla cerimonia sono intervenuti il presidente del Consorzio socio-assistenziale Giuseppe Cencio, che ha avuto parole toccanti per i volontari e per il volontariato in generale, i sindaci di Guarene e Vezza, i rappresentanti della Pro loco di Valpone, Lidia Destefanis in rappresentanza del sindaco di Canale, il consigliere regionale Anpas Pier Paolo Marzio.
Erano presenti anche rappresentanti di Asava, Avav (Volontari Vallebelbo), Croce rossa di Alba e Villanova, i nipoti di Teresa Novo, che ha destinato un lascito utilizzato per l’acquisto del Planobus. La presidente Var, Annamaria Nuzzi, si è soffermata sulla tempestività con la quale «la beneficienza dei mesi scorsi, insieme alla destinazione del 5 per mille, si siano già concretizzate in un nuovo mezzo, utilissimo per la nostra attività».

e.c.