Alba e Bra per il Giorno della memoria

ALBA – BRA

Ad Alba, il programma per la Giornata della memoria comincia sabato 23 gennaio alle 17 nel santuario della Moretta con la Messa in ricordo di padre Vincenzo Prandi, ucciso il 27 gennaio 1945 dai giapponesi nelle Filippine. Seguirà la deposizione di una corona d’alloro in sua memoria. Domenica 24 alle 9 nella chiesa del Divin Maestro una Messa in ricordo delle vittime delle persecuzioni razziali e dei Giusti che li protessero sarà celebrata dall’amministratore apostolico Francesco Ravinale, seguita dall’esposizione del crocefisso del beato Giuseppe Girotti.

Mercoledì 27 gennaio, in collaborazione con l’Anpi di Alba, assemblea dell’istituto Umberto I
con la presenza del perseguitato e partigiano Davide Schiffer e uno spettacolo a cura di Barbara Borra.
Al liceo Govone mostra e conferenza su Camus (vedi a pag. 27). Alle 9.45 nella chiesa di San Giuseppe proiezione del video Rose bianche: storia di 20 bambini ebrei vittime delle persecuzioni razziali (vedi articolo a destra). Alle 11, nella sala Beato Girotti in San Giuseppe: inaugurazione della mostra Sterminio in Europa. Nel pomeriggio, alle 17, deposizione di una corona nel giardino Vittime dei Campi di sterminio in via Roma. Alle 17.30 in San Giuseppe, letture tratte dal testo di Giulio Parusso dal libro di Adriana Muncinelli Even pietruzza della memoria sulle vicende degli ebrei di Alba e in Alba.
Alle 21 all’H Zone, spettacolo L’uomo può pensare, di Paolo Tibaldi.
Giovedì 28 gennaio alle 17.30 la libreria San Paolo ospiterà Buonanotte Guerra, lettura animata dedicata ai bambini del libro Flon Flon e Musetta che attraverso l’amicizia di due conigli ha saputo spiegare la guerra e le sue conseguenze in un modo originale. Informazioni al numero 0173-36.36.79.

A Bra, il programma delle celebrazioni per la Giornata della memoria, messo a punto dal Comune in collaborazione con il Comitato per l’affermazione dei valori del 27 gennaio, 10 febbraio e 25 aprile e il Comitato 50×150, inizierà venerdì 22 gennaio il programma di celebrazioni braidesi . Alle 21, al polifunzionale Arpino, andrà in scena lo spettacolo teatrale Il peccato del Gruppo teatro di Torino, organizzato dalla Scuola di pace. Sono presentati alcuni dei più significativi brani delle opere di Horowitz e Bertolt Brecht sulle condizioni di vita nella Germania durante il nazismo e frammenti tratti da Dio Kurt di Alberto Moravia. L’ingresso è libero. Nella giornata del 27 gennaio, incontro con Michele Calandri dell’Istituto della resistenza di Cuneo, in municipio alle 18. Dal 27 gennaio e fino al 6 febbraio la Premiata libreria Marconi ospita un’iniziativa dell’associazione Bra Montmartre: l’artista Andrea Granato (in arte Zep Yokurama) metterà in mostra le tavole ispirate al racconto di Nicola Brizio Cambi di direzione ideato insieme a Fausto Bailo. Il testo è ambientato in parte nella Bra degli anni ’40 e offre uno spunto di confronto tra generazioni, con un finale a sorpresa. Insieme alle tavole, saranno esposti disegni di Pietro Scarnera tratte dall’opera Una stella tranquilla. Ritratto sentimentale di Primo Levi.