Abdelilah, chef nel cuore di Alba

ALBA Abdelilah Chaairate, ventunenne dalle origini marocchine, da cinque anni vive in Italia. La svolta nella sua vita è giunta grazie ad uno stage all’Apro. «Mi sono iscritto all’istituto professionale per imparare la lingua italiana», ci racconta Abdelilah, che ha scelto l’indirizzo alberghiero. Quando però, come previsto dal piano scolastico, è giunto il momento dello stage, per Abdelilah, la sua esigenza di imparare la lingua si è trasformata in una passione per i fornelli. Un colpo di fulmine che ha sancito per sempre l’amore verso la cucina.

«Ho svolto il tirocinio, durante il terzo anno, al Dulcis Vitis, dallo chef Bruno Cingolani. Già durante quelle settimane si discuteva di un possibile impiego presso il suo locale», prosegue Abdelilah. Così è stato. Un pugno di giorni dopo il termine del percorso scolastico Abdelilah è stato assunto. Ora ricopre il ruolo di cuoco con un contratto di apprendistato.

Manuela Anfosso