Alberto Serra nominato primario di pediatria all’Asl Alba-Bra

ALBA È Alberto Serra il nuovo primario titolare del reparto di pediatria dell’ASL Cn2 Alba-Bra. È stato nominato dal direttore generale dell’Asl Cn2, Francesco Morabito, con il parere favorevole dei direttori sanitario e amministrativo Paolo Tofanini e Gianfranco Cassissa. Serra svolgeva la mansione di direttore facente funzione presso le pediatrie degli ospedali di Bra e di Alba.

Il dottor Alberto Serra, 62 anni, è nato a Torino dove ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia con la votazione di 110/110 e lode e la specializzazione in clinica pediatrica. Dopo un anno di lavoro presso la divisione di pediatria dell’ospedale di Savigliano, ha sempre prestato servizio tra Bra e Alba, prima presso la pediatria del Santo Spirito di Bra e poi dell’Asl Cn2 dove ha curato l’allestimento degli ambulatori di allergologia pediatrica, di fisiopatologia respiratoria, di adolescentologia, di patologia della nutrizione e dell’obesità in età pediatrica e potenziato l’attività di ecografia renale e delle anche nel neonato per la diagnosi nelle nefro-uropatie e della displasia dell’anca, e dell’ambulatorio per gli immaturi supportato dalla collaborazione di alto livello dei colleghi pediatri e del reparto.

Negli ultimi mesi ha dotato il punto nascita dell’Asl di nuove apparecchiature per la rianimazione e la stabilizzazione dei neonati con problemi respiratori, inoltre ha favorito la prosecuzione dell’assistenza al neonato ed alle mamme nutrici dopo la dimissione dal nido con la creazione del Cantuccio della mamma a Bra e il sostegno all’Ambulatorio del latte ad Alba.

Serra ha, inoltre, attivato sul territorio braidese, in collaborazione con il personale dell’ostetricia, del servizio di psicologia e della pediatria, il percorso domiciliare rivolto alle mamme e al neonato nel primo mese di vita.

Lavora in stretta collaborazione con il servizio di neuropsichiatria infantile e psicologia per la diagnosi ed il trattamento dei minori affetti da disturbi comportamentali.

Il direttore generale Morabito ha espresso la propria viva soddisfazione per la nomina intervenuta: «in primo luogo perché l’azienda si avvarrà di un professionista di alto profilo clinico e ricco di esperienza ma anche perché, la nomina stessa, rappresenta un ulteriore tassello della politica aziendale di rafforzamento della qualità dei servizi sanitari resi alla popolazione, soprattutto in vista del completamento del nuovo ospedale unico di Verduno, mission fondamentale della azione della direzione generale dell’Asl».