Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

Premio Civitas del Lions club a Remo Schellino

CARRÙ e DOGLIANI Il Lions club Carrù-Dogliani ha assegnato a Remo Schellino il Premio Civitas, riconoscimento che il sodalizio assegna ogni due anni a una persona del territorio che si è particolarmente distinta. Remo Schellino, di Farigliano, titolare della “Polistudio-produzioni cinematografiche” è stato premiato per «aver raccontato in cortometraggi, film e documentari, i temi legati al mondo sociale, alla ricerca storica ed etnografica, alla riscoperta degli usi e delle tradizioni delle vallate cuneesi».

Remo Schellino con i dirigenti del Lions club Carrù-Dogliani

«Ho fondato la “Polistudio”», ha detto Schellino, «nel 1991, con un’idea: raccontare e raccogliere la “Memoria storica”, per non veder disperso un patrimonio legato al territorio cuneese, alla Langa, alla vita dei contadini, alle storie dei reduci e a chi, come i miei genitori, vissero in un periodo a cavallo delle due grandi guerre». Schellino figura fra i collaboratori di alcune rubriche di Rai 2 e Rai 3 e di Tv 2000. Nella sua lunga attività ha prodotto e realizzato documentari, fra cui quello forse più conosciuto e premiato, “Gli anni di ghiaccio”, con le testimonianze dei reduci della Campagna di Russia. Ha inoltre operato nel sociale con alcune produzioni particolari sugli anziani, sui bambini e sull’integrazione degli extracomunitari.