Polizia locale unica per 55 paesi di collina

BOSSOLASCO Otto agenti per 55 paesi e circa 15mila abitanti: sono questi i numeri che riguardano la Polizia locale dell’Unione montana alta Langa, coordinata dal comandante Federico Massaro. La scorsa settimana il Consiglio dell’ente montano ha approvato la convenzione per l’ampliamento dell’area di competenza dei Vigili: oltre ai 38 Comuni dell’alta Langa, entrano anche i 14 paesi aderenti all’Unione montana Langa astigiana Val Bormida, oltre a Lesegno, Mango e Montezemolo.

Sull’ampio territorio ci sono già venti postazioni per autovelox: tre a Saliceto e a Santo Stefano Belbo, due a Camerana e una ad Albaretto della Torre, Arguello, Bossolasco, Cerretto Langhe, Cravanzana, Gottasecca, Lequio Berria, Monesiglio, Montezemolo, Murazzano, Somano e Vesime (l’unico, per ora, nella Langa astigiana). A disposizione dei Vigili c’è un solo strumento di rilevazione elettronico della velocità, fatto girare nelle varie postazioni.

In media ogni anno le multe portano tra i 200 e 250mila euro, che vengono reinvestiti in sicurezza: illuminazione pubblica, marciapiedi, segnaletica orizzontale e verticale. Grazie anche agli autovelox, negli ultimi anni, il numero degli incidenti mortali s’è ridotto di almeno quattro volte.

I Vigili devono anche garantire la sicurezza dei cittadini attraverso la sorveglianza del territorio, il supporto alle altre Forze dell’ordine, il rilevamento degli incidenti, i pattugliamenti e i controlli in occasione di eventi e manifestazioni.

Fabio Gallina