Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Un milione di euro per rifare il depuratore

CHERASCO È stata effettuata la consegna dei lavori per l’avvio degli interventi di rifacimento quasi integrale dell’impianto di depurazione al servizio della città di Cherasco.


Il suo potenziamento e rinnovamento, dopo un lungo periodo di gestazione e con gli adeguamenti al progetto iniziale, come chiesto dagli enti competenti, comporterà a carico del gestore Tecnoedil spa (gruppo Egea) un costo di circa un milione di euro, senza alcun contributo pubblico. L’introduzione di nuove tecnologie e il recupero di diversi manufatti che risalgono alla fine degli anni ’70 richiederà lavori che si completeranno entro l’anno.
La Tecnoedil, che ha già rinnovato i depuratori di Bra, Canale, Sommariva del Bosco e Neive, completerà un programma di adeguamenti con il rifacimento anche degli impianti di Bandito di Bra (con l’avvio dei lavori entro fine anno) e di Montà.