Scuole tutte nuove nel Roero

SOMMARIVA PERNO E MONTALDO

La vecchia palestra a servizio di elementari e medie di Sommariva Perno sarà demolita e ricostruita a nuovo. Il vicesindaco Francesca Cravero spiega: «Il corpo che sarà abbattuto si trova nel cortile della scuola. Aveva costi di gestione troppo alti, non più sostenibili. Il piano triennale per l’edilizia scolastica (2015-2017) ci ha premiato con 800mila euro, che serviranno a demolire il vecchio stabile e costruirne uno, annesso alla scuola, in cui troveranno posto una nuova palestra, la biblioteca e l’aula di musica. I lavori inizieranno a breve e auspichiamo terminino nel 2017. Anche la viabilità accanto alla scuola sarà migliorata: l’abbattimento del vecchio fabbricato permetterà infatti di allargare la strada».

Si dice soddisfatta anche la dirigente scolastica Francesca Scarfì: «Tutto il complesso ne verrà riqualificato. I lavori verranno effettuati per la maggior parte nel periodo estivo, per limitare il disagio alle attività scolastiche. Sono più che favorevole a quest’opera».

Lavori imponenti e imminenti anche a Montaldo, come è stato annunciato nella riunione di venerdì 15 aprile tra la dirigente dell’Istituto comprensivo canalese, Maria Luisa Rivetti, e i genitori degli alunni montaldesi.

A illustrare i dettagli è il vicesindaco Fulvio Coraglia: «Due anni fa, la nostra Amministrazione comunale partecipò al bando per l’edilizia scolastica, ottenendo 800mila euro per la ristrutturazione della scuola (che ora si trova sotto il municipio). Durante i lavori, la scuola dell’infanzia si trasferirà nella canonica del capoluogo e la primaria in frazione San Rocco. Ora attendiamo il nullaosta dell’Asl per i due siti provvisori. L’Amministrazione incontrerà progettisti e insegnanti. Gli interventi serviranno ad adeguarsi alle nuove norme di sicurezza e rendere gli spazi più adatti alla didattica moderna».

La dirigente Rivetti commenta così l’incontro: «Le famiglie hanno espresso apprezzamenti per la qualità didattica delle scuole e l’edilizia del nuovo edificio scolastico, ma anche i locali in cui verranno ospitati temporaneamente gli alunni sono affidati ad esperti che li stanno curando  per renderli accoglienti e funzionali. Il trasferimento degli alunni è previsto entro fine aprile o inizio maggio, mentre la scuola nuova dovrebbe essere pronta  con l’avvio nel nuovo anno scolastico».

 Francesca Gerbi