19 Comuni roerini dicono stop alla flavescenza

PRIOCCA 19 Comuni hanno aderito al progetto Santo Stefano no
Per il quarto anno consecutivo Priocca si conferma Comune roerino di riferimento contro il problema della flavescenza dorata e si fa capofila del progetto Flavescenza Roero, coordinato dalla dottoressa Paola Gotta del Servizio fitosanitario della Regione con l’ausilio delle associazioni di settore e di molte aziende agricole.
Quest’anno, saranno 19 i paesi aderenti (Canale, Montà, Vezza, Monteu Roero, Castellinaldo, Montaldo Roero, Govone, Castagnito, Guarene, Corneliano, Santa Vittoria, Pocapaglia, San Damiano, Magliano Alfieri, Piobesi, Monticello, Sommariva Perno, Baldissero e Priocca, come capofila).

Sono stati raccolti oltre 7mila euro per attuare gli interventi, che comprenderanno trattamenti fitosanitari e analisi per valutare la presenza della malattia su tutto il territorio.
Un’iniziativa rivolta alle esigenze degli agricoltori e dell’economia del territorio che, però, non mette tutti d’accordo. Decisamente contrario il sindaco di Santo Stefano Roero, Renato Maiolo: «Non verseremo la quota dei 500 euro perché non crediamo più nella validità di questo progetto e pensiamo che sia direttamente la Regione a doversene occupare».
Alle sue affermazioni, il presidente dell’Associazione dei sindaci della sinistra Tanaro e sindaco di Priocca, Marco Perosino, risponde fermamente, ribadendo l’importanza del progetto: «I fondi stanziati da noi, piccoli Comuni, non sono nulla a confronto della grandezza del problema della flavescenza», ha commentato Perosino, che ha poi concluso: «È possibile cambiare idea sull’argomento ed è lecito farlo, ma in tempi compatibili con lo stato del progetto».

Alessia Maria Alloesio