Dibattito su politica ed economia nel convegno su Franco Miroglio

ALBA 

«C’è necessità da parte della politica di capire le esigenze ed i tempi dell’impresa. Se i tempi non si incontrano difficilmente riusciremo a riprendere il glorioso cammino industriale degli anni ’50 che per la nostra città è stato davvero prezioso». È quanto ha affermato il sindaco di Alba Maurizio Marello aprendo il convegno “Franco Miroglio, l’uomo e l’impresa” sabato 21 maggio nella sala conferenze di Palazzo Banca d’Alba in via Cavour.

«Franco Miroglio – ha ricordato Maurizio Marello –  è stato uno dei personaggi che nella seconda metà del ‘900 albese ha contribuito in modo determinante a cambiare il volto di questa città e di questo territorio. Le due famiglie centrali del mutamento sociale albese, della Langa e del Roero sono state la famiglia Ferrero e la famiglia Miroglio, che hanno portato l’industrializzazione in un territorio povero, agricolo chiuso e piccolo borghese, portando benessere e contribuendo a far crescere dal  punto di vista economico ma anche morale, le persone, le famiglie e la comunità. È stata un’epoca straordinaria, di quelle che vorremmo poter vivere ancora oggi. Oggi guardiamo con difficoltà al futuro soprattutto dal punto di vista lavorativo. L’impresa manifatturiera è ancora centrale per il nostro Paese. Il nostro territorio è cresciuto nel settore turistico, ma un paese senza industrie è destinato ad impoverirsi. L’industria è uno dei settori in cui è maggiormente possibile la distribuzione della ricchezza mentre in altri comparti questa distribuzione è più difficile. Con la capacità di innovazione si può continuare a scommettere sul settore industriale. Nella storica area Miroglio in corso Asti sta nascendo un polo metalmeccanico di eccellenza con l’impresa Bianco. Dopo anni, iniziamo a vedere un po’ di luce. Il pubblico deve fare la sua parte. La burocrazia e la tassazione non hanno aiutato le imprese italiane e straniere ad investire nel nostro paese. I Comuni devono essere vicini a questi processi di cambiamento».

All’intervento di Marello, in apertura del convegno organizzato dall’associazione La torre cultura, moderato da Donato Bosca, presidente dell’associazione Arvangia ed introdotto da Livio Margiaria, presidente de La torre cultura, sono poi seguiti quelli di Giuseppe Berta, professore di storia contemporanea all’università Bocconi di Milano, e Antonio Soggia, storico dell’Università di Torino e autore di La stoffa del ragioniere. L’avventura imprenditoriale di Franco Miroglio (Editori Laterza, 2012).