Bra, consuntivo approvato con 3 milioni d’avanzo

BRA È durata poco più di 4 ore la seduta del Consiglio comunale di Bra deputata ad approvare il rendiconto finanziario 2015.

Un bilancio che conta incassi per 35 milioni 548mila euro e pagamenti per 35 milioni e 259mila euro e, con il fondo di cassa preesistente, fa registrare un avanzo di amministrazione di quasi 3 milioni di euro (2.928.641). Come illustrato nella consueta dettagliata relazione dal vicesindaco Gianni Fogliato, di questi, soltanto 497.151,14 euro possono essere destinati a investimenti del Comune nel rispetto del patto di stabilità.
«Un bilancio che risponde agli obiettivi che ci eravamo posti in sede di previsionale», ha detto Fogliato, «che mantiene il livello dei servizi, non aumenta le imposte, ma sconta alcuni paletti contraddittori sull’utilizzo dell’avanzo e sull’attivazione dei mutui: ci sono tassi appetibili, ma la loro apertura non è ben vista per le regole del patto. Nonostante ciò, e una costante riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato, gli investimenti non sono stati azzerati».
Contestati dai consiglieri di minoranza alcuni investimenti. «Credo sia importante», ha commentato Marco Ellena (Forza Italia), «potendo contare su poche risorse per opere pubbliche e lavori, valutare attentamente a quali bandi si partecipa perché poi una parte degli investimenti deve essere comunque coperta con i fondi comunali».
«Mi sarebbe piaciuto vedere il bilancio sociale e l’efficacia degli interventi rispetto ai bisogni, al di là dei numeri questo ci dà una visione chiara sulla coesione sociale, visto che questo è stato un tema che la Giunta ha evidenziato come importante in sede di previsionale», ha commentato il consigliere Claudio Allasia (Movimento 5 stelle), che poi non ha partecipato al voto dovendosi assentare per motivi personali prima della fine della seduta.
Il rendiconto 2015 è stato votato favorevolmente dai gruppi di maggioranza Pd, Con Sibille per Bra, Impegno per Bra, Bra città per vivere, mentre hanno votato contro Forza Italia, Bra domani e Somaglia per Bra.
Erica Asselle