Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Magliano avrà un salone da 250 posti

MAGLIANO Il progetto piace a maggioranza e opposizione. Ora si cercano i soldi per tradurlo in realtà.
Un salone polifunzionale da 400 metri quadrati per 250 posti, ecosostenibile, antisismico, con una facciata in gesso e tanto verde a circondarne il perimetro. Presentato durante il Consiglio comunale di mercoledì 27 aprile, dal tecnico comunale Silvano Picollo, il progetto mette d’accordo maggioranza e opposizione.

Il sindaco Luigi Carosso esamina il progetto del nuovo salone polifunzionale

Rimandato per anni a causa di altri cantieri via via aperti, il salone polifunzionale potrebbe diventare realtà. Potrebbe perché ancora non ci sono i 650mila euro necessari. «La speranza è che nel 2016 si aprano spazi finanziari per investire in quest’opera», ha spiegato il sindaco Luigi Carosso.
La struttura dovrebbe sorgere in un’area nelle vicinanze della Ss 231, donata dalla ditta Morando: «Il progetto prevede un salone di oltre 400 mq, con una grande sala da 250 posti, un palcoscenico semovibile, una cucina attrezzata, a disposizione delle associazioni, locale bagni e guardaroba», ha spiegato Picollo. «Costruiremo una platea di 50 cm senza scavare nel terreno per evitare il rischio allagamenti. Il fabbricato sarà il più possibile “verde”, costruito con materiali ecocompatibili, con una copertura in legno e una quinta arborea a circondarlo. La facciata sarà in gesso, un materiale che è legato a filo doppio con Magliano».
«Dal punto di vista energetico», ha concluso il tecnico, «la struttura è pensata per essere in classe A+, autosufficiente ed ecosostenibile, con serramenti di ultima tecnologia e un piccolo impianto di pannelli solari sul tetto».
Marcello Pasquero