Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Mamma, papà… giochiamo al parco Sobrino

FESTA FamigliaseiGranda, la grande festa ideata e realizzata dal Forum delle associazioni familiari della provincia di Cuneo in collaborazione con Csv Società solidale Cuneo e con il sostegno degli Uffici famiglia delle diocesi cuneesi, delle Consulte della famiglia e dei Comuni, per la sesta edizione propone una serie di iniziative fino al 5 giugno in nove città della provincia di Cuneo e oltre: Alba, Boves, Bra, Busca, Cuneo, Fossano, Saluzzo e Savigliano più Millesimo.
Gli appuntamenti ruoteranno attorno al 15 maggio, Giornata internazionale della famiglia, indetta dall’Onu nel 1994, primo Anno internazionale della famiglia.
«Lo scopo principale è quello di proporre un tempo e uno spazio di festa pensato dalle famiglie per le famiglie, incoraggiando e dando visibilità al suo ruolo, fondamentale forza sociale, culturale, educativa, solidale del paese», dice Silvio Ribero, presidente del Forum delle associazioni familiari cuneesi.
Ad Alba, sabato 14 maggio e sabato 21, dalle 15.30 alle 18 al parco Sobrino, ci sarà l’appuntamento “Mamma, papà… giochiamo!”: due pomeriggi con giochi e spettacoli teatrali proposti da centro culturale San Paolo, Gazzetta d’Alba, in collaborazione con la diocesi, Informagiovani, centro giovani H Zone e Comune.
Giochi antichi e curiosi, realizzati con materiali impensati da un mastro artigiano catalano, sparsi sui grandi prati di parco Sobrino attenderanno dalle 15.30, le famiglie che vorranno sperimentare e ridere, tentare, tentennare ed esultare.


Nell’ambito delle iniziative legate alla Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, con la quale il Papa ha invitato a riscoprire i valori dell’ascolto e della misericordia all’interno della famiglia, “Mamma, papà… giochiamo!” avrà ospite Burattinarte e la compagnia Cerchio tondo, che inviteranno bambini e genitori a divertirsi con le rivisitazioni di Un carico di giochi e Il circo dei burattini. «Le idee e la costruzione dei giochi sono di Guixot de 8, una compagnia catalana che gira per il mondo con un furgone carico di ferrivecchi che si trasformano in giochi», raccontano Marco Randellini e Maura Invitti, anime della compagnia teatrale. «La ferraglia è stata scelta, fatta a pezzi e ricostruita da Joan Rovira, un uomo che da piccolo era un po’ pasticcione».

Bis sabato 21 maggio dalle 15.30, grazie a sketch, giochi e animazioni proposte dai Familupi’s. Forte di 25 anni di esperienza, il gruppo di trampolieri e artisti di strada proporrà un laboratorio per aspiranti baby artisti di strada. Le attività e gli spettacoli saranno a ingresso gratuito, grazie alla fondazione Crc.

Cinzia Grande