Gazzetta d'Alba – Dal 1882 il settimanale di Alba, Langhe e Roero

31 anni fa la tragedia dell’Heysel: anche Cirio alla commemorazione

BRUXELLES Giornata di commemorazione giovedì 26 maggio a Bruxelles, in vista del 31° anniversario (che ricorrerà il 29 maggio) della tragedia dell’Heysel, stadio (oggi Re Baldovino) della capitale belga in cui morirono 39 tifosi juventini, prima della finale di Coppa dei campioni che vedeva i bianconeri torinesi opposti al Liverpool. Con l’associazione dei familiari delle vittime era presente l’eurodeputato albese Alberto Cirio che ha rappresentato la delegazione italiana al Parlamento europeo, guidata dal vicepresidente Antonio Tajani.

La manifestazione si è aperta alle 10 con una tavola rotonda al Parlamento europeo sul tema “La sicurezza negli stadi: fare tesoro della tragica esperienza di Heysel per garantire l’incolumità di giocatori e tifosi”. Poi la partenza alla volta dello stadio Heysel e la commemorazione, introdotta da un minuto di silenzio in memoria delle vittime. In rappresentanza della Juventus ha partecipato il presidente dello Juventus Museum Paolo Garimberti. Per il Comune di Bruxelles l’assessore allo sport Alain Courtois.

Questo è il commento di Cirio: «All’Heysel abbiamo visto tanti giovani; molti di loro, però, probabilmente non sanno cosa è accaduto qui 31 anni fa. Il Belgio ha sempre preferito dimenticare questa tragedia. Ma noi vogliamo ricordare e vogliamo farlo ogni anno, non solo in occasione di grandi anniversari. Perché ricordare è anche il modo migliore per prevenire e la sicurezza negli stadi continua a essere una criticità importante di cui prendersi cura».

m.p.