Alba jazz festival da Ramon Valle a Enrico Rava

Il nuovo quartetto di Enrico Rava

ALBA Dieci anni di musica sono il traguardo (e la base per il seguito) che l’Alba jazz festival si appresta a raggiungere dal 9 giugno fino alla domenica successiva. L’edizione è stata dedicata a Gianmaria Testa. Senza discorsi e parole o commemorazioni, ma con la musica: «Ogni gruppo presente – dalle promesse ai grandi ospiti – ricorderà Testa con l’interpretazione di una delle sue canzoni, riarrangiata in chiave jazz. Perché Gianmaria vive», spiega Fabio Barbero, che del festival sotto le torri è l’anima fin dall’inizio. Ora è sostenuto, Fabio, dall’associazione responsabile dell’allestimento di un programma «che abbiamo cercato di internazionalizzare, provando, come ogni anno, a proporre qualcosa di nuovo. E di speciale, come il concerto di Ramon Valle, unica data in Italia, il 9 giugno in piazza Michele Ferrero. Oppure, il giorno successivo, con Enrico Rava, tra i più grandi del nostro Paese, che alla bella età di 75 anni ha messo insieme un nuovo quartetto di giovani talenti». E aggiungiamo, inaugurerà il nuovo palco dell’Arena esterna del Teatro sociale.

Tra gli aspetti nuovi del festival l’inconsueta presenza di una giovane cantante, Vivian Grillo, già a X Factor e poi sul palco del tour di Fedez, che sarà ad Alba con la Lydian sound orchestra in un omaggio a Max Roach (11 giugno). Tra le proposte dell’Alba jazz festival – 11 giugno dal pomeriggio in piazza del Duomo – ci sarà la presentazione di tre vini da parte della nuova associazione che riunisce i produttori di vino di Alba, associata al concerto di altrettanti trii guidati dal maestro albese Fabio Giachino, Francesco Diodati (Edna trio) e Alessandro Lanzoni.

Il festival avrà un carattere “diffuso”: come nelle edizioni precedenti il giovedì 9, sabato e domenica presso i locali del centro storico saranno proposti gli aperitivi in jazz.

Nell’ambito del festival nella sede dell’associazione Alec, in via Maestra 30, sarà allestita una Mostra di vinili di Enrico Rava. L’associazione Asso di coppe, in via Gioberti, ospiterà invece la presentazione del libro Sassofoni e pistole di Franco Bergoglio, dedicato al legame che unisce la letteratura noir al jazz.

p.r.