Alba, demolizioni nel campo nomadi

COMUNE Potrebbe essere indetto entro la fine dell’anno il bando per assegnare i lavori di demolizione delle costruzioni dichiarate abusive presenti nel campo nomadi Pinot Gallizio. Lo rende noto il sindaco Maurizio Marello, il quale ha precisato che le somme necessarie all’intervento – 120mila euro – sono già state stanziate, ma che il progetto, per poter essere assegnato, va adeguato al nuovo codice degli appalti nazionale. «Il Comune avvierà un confronto con i nomadi interessati dalla demolizione e con gli enti che li seguono», ha affermato il sindaco.

Non ci sono invece novità circa la ricollocazione dell’intero campo, su cui anche la Regione durante l’analisi del nuovo Piano regolatore ha chiesto chiarimenti visto che si trova in una zona esondabile. Non è infatti ancora stata individuata un’area idonea, dopo che è tramontato il progetto risalente all’Amministrazione Rossetto di spostare i circa cento occupanti in località Topino. In questi giorni il Comune è impegnato a sgomberare alcuni accampamenti abusivi in strada Riondello, segnalati dal capogruppo di Forza Italia Carlo Bo.

Il primo cittadino ha precisato che la Polizia municipale si sta occupando di questo caso e di altri simili «ma che purtroppo, nonostante le ordinanze, chi viene allontanato tende a tornare: l’importante è che non si creino insediamenti stabili».

Enrico Fonte