Gli inglesi scelgono la Brexit. Gran Bretagna fuori dall’Ue

LONDRA Vince la Brexit al referendum: è la stima della Bbc quando mancano ormai poche decine di circoscrizioni ancora da scrutinare e chi vuole lasciare l’Europa è al 52%, con quasi un milione di voti di vantaggio. Con questo voto, la Gran Bretagna si prepara ad uscire dall’Unione Europea.

«Questa è la vittoria che significa un nuovo giorno dell’indipendenza per il nostro Paese. E’ l’alba di un Regno Unito indipendente». Lo ha detto il leader euroscettico dell’Ukip Nigel Farage, dando per scontata una vittoria del Leave (chi vuole lasciare l’Ue). «Se il Leave vince, il premier David Cameron si deve dimettere immediatamente. E’ arrivato il momento di liberarci da Bruxelles», ha aggiunto. Quella che si profila per la Brexit, secondo il leader dell’Ukip, Nigel Farage, è: Una vittoria della gente vera, una vittoria della gente ordinaria, una vittoria della gente per bene. Abbiamo lottato contro le multinazionali, le grandi banche, le bugie, i grandi partiti, la corruzione e l’inganno. Abbiamo vinto senza sparare un solo proiettile, ma solo combattendo sul territorio. Il 23 giugno passerà alla storia come Independence Day».

Brexit: il Regno Unito vota per lasciare l’Unione europea

Crollano le borse

Le fluttuazioni della sterlina, nel giorno del voto su Brexit, andranno negli archivi come le più forti di sempre. Il calo messo a segno fino a 1,40 sul dollaro, da 1,50 segnato sull’ottimismo iniziale per i sondaggi che davano in vantaggio i “Remain”, è il più forte di sempre. E con oltre -5% supera quello del ‘mercoledì nero’ del 1992, quando la crisi valutaria spinse la Gran Bretagna fuori dal Serpente monetario europeo. La valuta britannica sta tuttavia recuperando terreno, e ora passa di mano a 1,4560 fra scambi frenetici.

In vista della Brexit crollano i futures sull’avvio della Borsa di Londra: a tre ore dall’apertura le rilevazioni Bloomberg vedono l’indice Ftse 100 in calo del 7,4%.

Alla Borsa di Tokyo l’indice Topix ha esteso le perdite all’8,1% dopo che la Bbc ha proclamato la Brexit.

I future sugli indici di Borsa di Wall Street crollano con le proiezioni della Bbc di una vittoria della Brexit al referendum. I future sullo S&P 500 perdono il 4,5%.

Tracollo della sterlina. Con le proiezioni della Bcc di una vittoria della Brexit al referendum, la sterlina perde oltre il 10% rispetto al dollaro.

L’oro in volata con il referendum sulla Brexit, che indica un vantaggio del ‘Leave’. Le quotazioni del bene rifugio salgono del 4,9% a 1.318,78 dollari l’oncia. Il petrolio invece continua ad affondare, con le quotazioni a New York che perdono il 5,4%.

Ansa