Un anno di Asso di coppe

ALBA Spegne la prima candelina, domenica 5 giugno, l’associazione culturale Asso di coppe, che ha sede in via Gioberti 7 ad Alba.
Sarà una giornata speciale, con musica, arte e poesia a partire dalle 17; sarà l’occasione per associarsi, o per rinnovare la tessera. «Abbiamo scelto l’asso perché è l’uno, l’inizio di un nuovo progetto di unione, di accoglienza, di aggregazione, mentre la coppa è il contenitore, il vaso della vita, da riempire insieme con amore e passione, con idee, conoscenze, interessi da riversare nel mondo, per la crescita e il rinnovamento delle persone», spiegano i fondatori.
«Il seme è stato gettato da Franco Viberti, Vibo per gli amici, fin da giovane animato da spirito di condivisione e impegno sociale, con l’ideazione e la realizzazione di una casa che potesse contenere tutto questo. In questa idea l’associazione sta affondando le sue radici, promuovendo incontri, seminari, approfondimenti, laboratori e altre attività in funzione di interessi comuni e suggerimenti. Ha intrapreso iniziative di solidarietà sociale, condiviso e sostenuto laboratori culturali organizzati e sviluppati dai giovani», proseguono da Asso di coppe.
Il primo è stato un anno ricco di iniziative, eventi e attività svolte con entusiasmo e partecipazione. Anche se anagraficamente giovane, l’associazione vanta già esperienza e professionalità; la sua sede è anche un luogo di incontro per creare nuovi legami di amicizia, fare nuovi incontri, scambiare opinioni, emozioni e idee, mettendo a disposizione esperienze e conoscenze.
Fino all’11 giugno nei locali di Asso di coppe è aperta la mostra dal titolo Calligraphy and other works di Zebo.
Chi desidera maggiori informazioni sull’attività dell’associazione Casa asso di coppe è disponibile la pagina Facebook: www.facebook.com/assodicoppealba oppure si può scrivere a associazione@assodicoppealba.it.

b.b.