Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Dirigente di pallapugno colpito da shock anafilattico

SANTO STEFANO BELBO Momenti di paura giovedì sera allo sferisterio di Spigno Monferrato: uno spettatore si sente male sugli spalti; è il presidente della 958 Santero Santo Stefano Belbo, Fabrizio Cocino. La  guardia medica è intervenuta accertando uno shock anafilattico, quasi sicuramente dovuto alla puntura di un insetto.

Dopo le prime cure del medico, Cocino è stato dichiarato fuori pericolo, ma è stato comunque trasportato in ambulanza per ulteriori accertamenti all’ospedale di Acqui Terme, da dove è stato dimesso alle 8.30 di venerdì. Il tutto è successo nel diciannovesimo gioco della partita di Serie A-Trofeo Cantine Manfredi tra l’Araldica Pro Spigno di Paolo Vacchetto e la 958 Santero Santo Stefano Belbo di Roberto Corino, poi terminata con la vittoria dei padroni di casa per 11-10.  “Dovrò fare degli accertamenti. Ho passato un paio d’ore non belle, ma voglio ringraziare i medici che la società di Spigno Monferrato ha fatto intervenire e quelli che in quel momento mi hanno aiutato a venirne fuori”, ha dichiarato Cocino all’uscita dall’ospedale di Acqui.

Fabio Gallina

Fabrizio Cocino, primo da sinistra, con la squadra femminile.