Lions e start-up: premiati giovani con idee d’impresa

ALBA Il Lions club Alba ha celebrato la chiusura dell’anno lionistico 2015-16 con il passaggio di consegne tra il presidente uscente, Gionni Marengo, e l’entrante Elena Brindisi.
All’interno della conviviale, il club ha presentato a soci e ospiti il frutto del concorso “Start-up 4 Alba” con l’obiettivo di premiare i progetti d’impresa più innovativi. «L’idea di bandire un concorso per start-up ha voluto dare un segnale, cercando di creare un incubatore di imprese sul territorio albese», ha spiegato a chiusura del suo mandato biennale Marengo. «Inoltre abbiamo pensato anche a favorire la conoscenza tra i diversi gruppi, immaginando possibili sinergie utili a far ripartire il sistema Italia».
Uno dei requisiti più importanti richiesti agli aspiranti borsisti era una stretta attinenza con il territorio, unitamente a una concreta possibilità di sviluppo nel breve periodo. La commissione giudicante, composta da imprenditori e professionisti, ha scelto di premiare con un contributo simbolico, pari a mille euro ciascuna, quattro iniziative (illustrate nell’articolo a fianco) presentate da altrettante coppie di giovani. Per l’assegnazione dei contributi si è tenuto conto di tre parametri: capacità innovativa, contenuto scientifico e tecnologico e l’interesse dell’idea per la collettività.
A margine della premiazione, ha assunto l’incarico la nuova presidente del club, Elena Brindisi, che si è presentata nel saluto ai soci: «Insieme al Consiglio direttivo ci faremo portatori delle esigenze dei soci, favorendo inoltre l’ingresso di giovani soci a quota agevolata».

La composizione del direttivo vedrà pertanto Brindisi affiancata dai vicepresidenti Giuseppe Rossetto e Giovanna Bergui, dalla segretaria Silvana Bertello e dal tesoriere Giovanni Bosticco, cui si aggiungono i consiglieri di club Walter Bera, Maria Angela Monte, Giorgio Sordo e Roberto Tomasi.

al.bo.