Rotary di Alba: 40mila euro donati all’ospedale e alle scuole

ALBA Tempo di passaggi di consegne al Rotary club Alba, martedì 28 giugno nella sede estiva del ristorante Cà del lupo il presidente uscente Paolo Saredi ha concluso il proprio mandato, cedendo il passo all’incoming Luca Zanvercelli. Durante l’anno rotariano 2015-’16 il club albese guidato dal dipendente Bre banca ha erogato quasi 40.000 euro di services, principalmente dedicati a supportare l’ospedale di Alba, le scuole superiori albesi con i licei classico e scientifico, la fondazione Rotary. Numerosi contributi sono andati anche a numerose associazioni di volontariato e onlus che silenziosamente lavorano sul territorio.

Tra quelli più significativi ricordiamo la donazione dell’apparecchio di laparoscopia all’ospedale di Alba, in memoria del direttore del reparto di chirurgia Salvino Camera, ma anche quello svolto presso la divisione di pediatria oncologica dell’ospedale di Savigliano che ha avuto importanti ricadute “a cascata” sugli altri settori pediatrici cuneesi.

Da sinistra: Paolo Saredi e Paolo Gagliardo presidenti uscenti di Rotary club Alba e Rotaract, a seguire gli entranti Alessandro De Simone (Rotaract) e Luca Zanvercelli (Rotary).

«Durante il mio mandato ho cercato di far conoscere l’attività rotariana nell’opinione pubblica non come un’associazione “elitaria” e arroccata su stessa – ha spiegato il presidente uscente Saredi – ma bensì dimostrando che il nostro club può rendersi utile alla società attraverso iniziative coinvolgenti e multiformi. Ringrazio tutti i soci per il loro sostegno». Sotto la presidenza Saredi, il club è stato insignito dell’attestato oro, per la serietà con la quale vengono rispettate le linee guida del distretto. Inoltre, due riconoscimenti sono stati conferiti ai soci Giovanni Bergui e Paolo Stacchini, per il loro impegno nel consiglio direttivo hanno ricevuto le prestigiose spille amico di Paul Harris.

Presentandosi alla numerosa platea, Zanvercelli ha illustrato le attività che si intraprenderanno nel sessantennale della fondazione del club, a breve verrà presentato un progetto multimediale sull’Unesco in collaborazione con l’Ente Turismo. Infine, la nuova guida rotariana ha sottolineato l’importanza della sinergia con i giovani del club Rotaract, con i quali ha compiuto un percorso formativo negli anni scorsi. Il primo atto l’ha compiuto simbolicamente celebrando nella stessa sede il passaggio di consegne tra l’uscente Paolo Gagliardo e Alessandro De Simone.

Alessio Bottigliero