Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Una nuova Big Bench e due spettacoli a Coazzolo e Vinchio

APPUNTAMENTI Continuano gli appuntamenti estivi della rassegna “Teatro in terra astesana 2016”, diretta dal teatro degli Acerbi e sostenuta dalla fondazione Crt nell’ambito del progetto “La Provincia di Asti: patrimonio di cultura” della Provincia.

Giovedì 18 agosto alle 18 verrà inaugurata la Big Bench color lavanda che la fondazione Chiarlo ha donato a Coazzolo. Il paese astigiano entrerà, perciò, nel circuito esclusivo dei comuni “panoramici” all’interno dell’area Unesco che l’artista americano Chris Bangle ha selezionato per installare le sue maxi panchine.

A seguire, alle 20,  nel nuovo Auditorium in prato, il collettivo progetto Antigone presenta “Parole e sassi, la storia di Antigone in un racconto per le nuove generazioni” con Patrizia Camatel, diretto da Letizia Quintavalla.

La vicenda, narrata nei secoli a partire dal dramma scritto da Sofocle nel 440 a.C, sarà messa in scena da diciannove attrici, ognuna nella propria regione, solo con un piccolo patrimonio di sassi: un modo originale per raccontare una storia preziosa, permettendo di dare corpo e carattere ai personaggi. Il progetto è stato premiato come il più creativo con il Premio Eolo nel 2013.

 

Pinin e le masche a Vinchio.

Un’immagine tratta dallo spettacolo “Pinin e le masche”

 

Venerdì 19 agosto alle 20.30 a Vinchio, al Casotto di monte del mare, il teatro degli Acerbi presenterà “Pinin e le masche” di Luciano Nattino, liberamente tratto dal racconto di Davide Lajolo. Lo spettacolo, che vedrà in scena Massimo Barbero, racconta la storia di Pinin, un solitario abitante dei boschi.

Poche persone riescono a ritrovarlo e proprio a questi il protagonista racconta della sua vita, di un lungo viaggio, di un amore, di ricordi, di mondi possibili e di “masche”, amiche e sconosciute, protettrici e crudeli.

Entrambe le serate sono a ingresso gratuito.