L’Enoteca di Canale punta sul Web e su domeniche più vivaci

CANALE C’è un’agenzia per certificare il bilancio dall’ingresso di Guelfo
Proseguono senza sosta le attività organizzative e promozionali dell’Enoteca regionale del Roero di Canale, guidata da Pier Paolo Guelfo.
Dopo la prima analisi dei conti, l’amministratore unico ha incaricato un’agenzia per svolgere una certificazione reale del bilancio, dal suo ingresso, affinché sia possibile stabilire una chiara responsabilità di competenze.

L’Enoteca, che ha visto entrare nuove realtà produttive, sta affrontando con l’annesso ristorante strategie di promozione.
«Il rapporto con il ristorante è caratterizzato dalla condivisione. Tra queste rientra l’inserimento di vini di annate precedenti», ha spiegato Guelfo, che sta ragionando anche sul rifacimento della cartellonistica esterna e interna e sulla ridefinizione degli spazi interni.
L’Enoteca ha esteso l’apertura al pubblico all’intera domenica sia per la vendita che per l’informazione. Si sta lavorando a un nuovo sito Internet, per rispondere alle esigenze dei turisti, che sarà pronto a fine anno. Tra le attività promozionali, la Borsa internazionale del turismo enogastronomico, l’11 e il 12 novembre, porterà a Canale giornalisti, promotori e manager del turismo statunitensi e canadesi.
Ci sarà una collaborazione con il Villaggio di Natale di Govone e, il 15 gennaio, il raduno dei cani da tartufo e dei trifolao, diventerà un evento di carattere nazionale per promuovere la candidatura del Tuber magnatum Pico a patrimonio immateriale dell’umanità. Il tartufo dell’anno andrà invece a un personaggio dello spettacolo.
Elena Chiavero

Pier Paolo Guelfo al centro con Enrico Faccenda, sindaco di Canale a sinistra, e  Marco Perosino, primo cittadino di Priocca e presidente dell’associazione dei sindaci, a destra.

In appoggio, i comitati di indirizzo

Sono stati eletti i membri del comitato dei sindaci per l’Enoteca regionale del Roero. Si tratta di Marco Perosino, sindaco di Priocca e presidente dell’associazione dei primi cittadini roerini, Enrico Faccenda, per Canale, Franco Artusio (Guarene), Silvio Artusio Comba (Monticello) e Carla Bonino (Vezza). Eletti anche i componenti del comitato di indirizzo: oltre a due delegati del Consorzio di tutela del Roero, Massimo Lampugnani per l’Ordine dei cavalieri di San Michele, Roberto Cerrato, (comitato Unesco) e poi Giuseppe Serra, Paolo Destefanis e Franco Amato. Guelfo sta pensando di istituire un gruppo di lavoro turistico e uno enologico, considerando, ha detto, quanto sia importante «saper guardare oltre per anticipare il domani».

e.c.