Nel primo semestre 2016 crollano del 7% le esportazioni piemontesi

PIEMONTE Calano le esportazioni piemontesi. Nel primo semestre il valore si attesta a 21,6 miliardi di euro, il 7,4% in meno rispetto allo stesso periodo 2015.

La performance, secondo Unioncamere, è più debole rispetto a quella riscontrata a livello nazionale, dove il periodo si è chiuso con un dato stabile.

Il Piemonte si conferma la quarta regione esportatrice, con una quota del 10,5% delle esportazioni complessive nazionali (in calo rispetto allo stesso periodo del 2015, quando era pari all’11,3%). Tra le principali regioni esportatrici il Piemonte ha ottenuto il risultato peggiore.

Automotive e mercati extra Ue-28 i punti deboli.

«Il contribuito che arriva dal Piemonte all’export nazionale non può dirsi brillante, ma va letto in un’ottica nazionale e settoriale: la battuta d’arresto delle vendite oltreconfine del settore automotive penalizza il dato complessivo della regione. Un risultato che non scoraggia il lavoro e la fiducia nel sistema», commenta Ferruccio Dardanello, presidente Unioncamere Piemonte.

Ansa