Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Da Vittorio Feltri a Morgan, ecco i bei nomi di Poetica

ALBA Rassegna dal 17 al 20 novembre diretta da Alessandra Morra e Roberta Castoldi
“Le cose nascoste” è il titolo di Poetica 2016, come suggerimento all’esplorazione verso l’ignoto e indizio di qualcosa che, sotto la superficie, merita approfondimenti per essere compreso.

La rassegna è stata presentata martedì 18, e si “srotolerà” lungo quattro giorni di novembre in vari luoghi della città. Si inizia giovedì 17 novembre alle 17.30 in sala Beppe Fenoglio con Vittorio Feltri, che terrà una lezione sulla Poetica dell’eleganza. Un altro giornalista e scrittore alle 19 sarà nel coro della Maddalena: Pietrangelo Buttafuoco, con un intervento sull’Assenza; alle 20.30 seguiranno Elisabetta Sgarbi ed Eugenio Lio, che parleranno del loro nuovo film, Lotta silenziosa.
Il programma di Poetica continua venerdì 18 novembre (alle 11.30 in sala Beppe Fenoglio) con uno dei massimi esperti di storia dell’arte contemporanea, Fabriano Fabbri, che esplorerà il mondo attraverso l’eclettismo e l’eterogeneità delle arti. Alle 17, in un luogo imprecisato del centro storico, Luca Scarlini – regista, saggista e drammaturgo – dialogherà con il pubblico sull’impossibilità di separare la poetica di un artista dalla vita quotidiana, dall’espressione di sé, dal fare di tutti i giorni.

Il suo intervento – “Forbici d’artista: la moda provocatoria di Pinot Gallizio” – esplorerà la personalità dell’artista albese e di un grande della letteratura italiana, Beppe Fenoglio. La giornata si concluderà con due incontri: il primo alle 19 nel coro della Maddalena, momento in cui Carlo Pestelli si esibirà con il monologo Alda, soffermandosi su come il linguaggio nel suo mutare ci stia cambiando velocemente. Il secondo incontro (ore 21.30, coro della Maddalena) vedrà protagonista la poetessa Patrizia Valduga, che leggerà le sue opere insieme a Giovanni Tesio. Si prosegue sabato 19 novembre in sala Beppe Fenoglio (ore 11), con la parte musicale e cinematografica del festival: Giorgio Conte, Roy Paci e Renato Moscone dialogheranno su “Il paesaggio come canzone”. Alle 14.30 verrà proiettato Attraverso il tempo, attraversato dal tempo, il film su Gillo Dorfles commentato da Francesco Leprino e dalla direttrice del centro studi Beppe Fenoglio Bianca Roagna.

Si prosegue alle 16, nel centro storico, con performance realizzate dai collettivi teatrali della città, tra cui le Scirò dirette da Daniela Febino: La Stanza 305. Storia di un amore da Istanbul a Torino dedicato a Cesare Pavese sarà il titolo del loro spettacolo. Seguiranno letture delle poesie di Terez Ozlu e Cesare Pavese. Alle 18.30, poi, nel coro della Maddalena, sarà protagonista Gaston Fournier Facio – direttore artistico delle più prestigiose istituzioni lirico-sinfoniche italiane, tra cui la Scala di Milano e il Regio di Torino – con “Canti di viaggio”. Alle 21.30 toccherà agli speaker di Radio Deejay e Radio Capital Maurizio Rossato, Giancarlo Cattaneo e Mario de Santis, con un reading di poesie e testi della letteratura ispirati a Poetica e ai suoi temi, accompagnato da un dj-set e proiezione di immagini.

L’ultimo giorno di Poetica, domenica 20 novembre, nel castello di Grinzane, alle 11, si terrà il convegno internazionale di design “De Truffles” con Alberto Alessi e celebri architetti come Massimiliano Fuksas: la Fiera del tartufo ospita un convegno dedicato all’ideazione e alla produzione di un kit per il tartufo di grande design.

In centro di Alba il Monologo tra storia e vita di Emiliano De Martino sarà seguito, alle 17.30, da Erika Urban che proporrà un ritratto teatrale e poetico di Mia Martini dal titolo Ultima notte mia. Alle 20 poi, nel teatro Giorgio Busca di Alba, Peppe Servillo – attore, musicista, attore di punta del teatro napoletano – metterà in scena il monologo Dedicato ad Alba, con l’accompagnamento musicale di Javier Girotto e Fabio Giachino.

Subito dopo, sempre nel teatro, interverrà Dori Ghezzi, moglie di Fabrizio De André. Il festival si chiuderà alle 22.30 con il concerto di rilievo internazionale per due pianoforti: la giovane pianista olandese di origine coreana Gile Bae e Morgan si confronteranno sul repertorio di Johann Sebastian Bach.

m.v.