Proteggere insieme salva i beni culturali

SOLIDARIETÀ Sono partiti da Alba alla volta dei paesi terremotati due volontari con un mezzo per il recupero di beni culturali, avviando ufficialmente la colonna mobile nazionale di Proteggere insieme per la tutela e salvaguardia dei beni culturali. I due albesi hanno raggiunto i luoghi del sisma con quattro operatori dell’associazione di Protezione civile Trepponti di Comacchio, affiliata a Proteggere insieme. L’intervento richiesto dal dipartimento di Protezione civile è necessario per il trasporto di opere sul territorio del Comune di Norcia, Amatrice e Accumoli.

Nei primi giorni la squadra diretta da Cristina Cicognani ha operato con la Soprintendenza alle belle arti, Carabinieri e Lega ambiente nella chiesa di San Pellegrino di Norcia, molto danneggiata, dalla quale ha dovuto trasportare quaranta opere. La seconda tappa per il gruppo di volontari lo vedrà impegnato nel Comune di Amatrice, il più colpito dal sisma. Il presidente nazionale Roberto Cerrato ha dichiarato di essere soddisfatto dell’intervento operativo svolto dell’associazione, che ha al suo attivo molti volontari in parecchie regioni italiane formati e specializzati nel recupero trasporto di opere culturali.

Dal presidente Cerrato l’invito a partecipare alla raccolta fondi con una donazione al conto corrente della Banca d’Alba. Iban: IT63T085 3022505000210112345 scrivendo come causale del versamento “Contributo sisma 24 agosto 2016”.

Marcello Pasquero