Sabato 29 ottobre apre FuturBalla in fondazione Ferrero

MOSTRA
La fondazione Piera Pietro e Giovanni Ferrero da sabato e fino al 27 febbraio ospita la mostra – alla quale Gazzetta ha dedicato ampio spazio nello speciale sulla Fiera e negli scorsi numeri del giornale – curata da Ester Coen, omaggio a Giacomo Balla (Torino 1871-Roma 1958), figura straordinaria di pittore e fondamentale raccordo
tra l’arte italiana e le avanguardie storiche. È un’esposizione di risonanza internazionale, allestita con la collaborazione scientifica della Gam di Torino e della Soprintendenza belle arti del Piemonte per la realizzazione della mostra e delle attività educative a essa collegate. Il progetto dedicato a Giacomo Balla prevede un’esposizione articolata in sezioni tematiche: il realismo sociale
e la tecnica divisionista; le compenetrazioni iridescenti e gli studi sulla percezione della luce; l’analisi del movimento e il futurismo. Orari di apertura: lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle
15 alle 19; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19 (chiuso
al martedì e nei giorni 24, 25 e 31 dicembre, 1° gennaio).