Tbc: bracciante contagiato a Saluzzo. Montù: “Nessuna emergenza”

TBC I medici dell’ospedale di Saluzzo hanno diagnosticato un caso di tubercolosi su un uomo di 37 anni, originario del Mali, ospitato nel campo solidale della Caritas a Saluzzo.

La struttura stagionale composta da oltre 30 tende che la scorsa estate ha ospitato oltre 500 ragazzi africani, stagionali della frutta.

Secondo Montù nessuna emergenza sanitaria

Il bracciante agricolo si era recato in ospedale sabato scorso. Aveva la febbre alta. Gli è stata diagnosticata la Tbc ed è stato trasferito a Cuneo, all’ospedale Carle, da dove si è però allontanato. Sono stati i carabinieri a rintracciarlo a Saluzzo, nello stesso campo della Caritas, e a convincerlo a rientrare in ospedale per le cure.

Il servizio igiene dell’Asl Cn1, diretto da Domenico Montù, sta ora ricostruendo gli spostamenti e le frequentazioni delle ultime settimane dell’uomo per scongiurare eventuali contagi. Si tratta, precisa Montù: “Del primo caso di Tbc rilevato in oltre 5 anni nel campo di accoglienza degli stagionali; non c’è nessuna emergenza sanitaria”.

Ansa