Telecamere sui bus per contrastare gli atti di vandalismo

ASTI La scorsa settimana, in piazza San Secondo, l’Asp (Asti servizi pubblici) ha illustrato su un autobus i nuovi sistemi tecnologici che dovrebbero fare da deterrente a comportamenti incivili che si sono verificati su alcune linee. La presidente Giovanna Beccuti, l’amministratore delegato Paolo Golzio e il sindaco Fabrizio Brignolo hanno dichiarato che viaggiare sui bus dell’Asp sarà più sicuro: i mezzi delle linee urbane, frazionali e studentesche sono infatti stati dotati dell’impianto di videosorveglianza. Le telecamere registreranno immagini che per 72 ore potranno essere gestite e visionate e tramite il computer di bordo l’autista potrà segnalare episodi sospetti e di criminalità.

Una soluzione che concorrerà a rendere più tranquilli gli spostamenti contro le azioni dei malintenzionati e gli atti vandalici. Grazie alle nuove tecnologie, inoltre, ogni mezzo verrà monitorato in tempo reale con un sistema che consentirà di migliorare la puntualità nei passaggi alle fermate. Infine sarà più facile viaggiare per le persone diversamente abili e gli anziani perché ogni fermata, a bordo bus, verrà segnalata con un messaggio vocale e visivo.

Paolo Cavaglià