Il Consiglio provinciale chiede 100 milioni per strade e ponti

CUNEO Il consiglio provinciale si è immediatamente mobilitato per richiedere aiuti a favore delle aree gravemente colpite dall’alluvione del 24 e 25 novembre. Nel corso della seduta straordinaria di sabato 26 sono stati richiesti allo Stato 10 milioni gli euro, per il ripristino immediato di strade e ponti. Questa cifra dovrebbe essere integrata con ulteriori 100 milioni di euro per la rimessa in sicurezza e la sistemazione definitiva di tutte le aree distrutte dall’alluvione.

«I danni sono stati particolarmente ingenti sulle strade provinciali secondarie della Valle Po, in Valle Bormida, nella Valle del Tanaro e nella Fondovalle: chiediamo un primo contributo per permettere la circolazione e per andare a intervenire dove ci sono condizioni particolarmente critiche», ha commentato il consigliere provinciale Marco Perosino, che ha aggiunto: «I 100 milioni di euro, invece, sono stati richiesti per la rimessa a nuovo dei tratti danneggiati, come i ponti sul Tanaro di Neive, Alba, Pollenzo e Clavesana. Desideriamo semplificazioni burocratiche per rendere possibile l’inizio tempestivo dei lavori e che la Provincia possa gestire da sola i finanziamenti, senza l’intermediazione della Regione. Tra le nostre richieste abbiamo aggiunto, inoltre, l’autorizzazione alle spese per l’assunzione, per due anni, di progettisti in grado di redigere i progetti per la ricostruzione».

a.m.a.

La piena del Tanaro: leggi anche