La Biteg a Canale chiude con numeri record. Appuntamento a Cuneo 2017

BITEG Si è conclusa la 17ª edizione di Biteg-Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico, il più importante evento italiano dedicato ai viaggi del gusto andato in scena dal 10 al 14 novembre a Canale.
Circa 100 gli operatori arrivati dalle diverse regioni d’Italia e oltre 40 gli acquirenti internazionali giunti da Europa, Russia e Usa.
Dopo due giorni di lavoro e oltre 1500 contrattazioni al Castello Malabaila di Canale d’Alba, grazie al supporto di Bus Company e alla sinergia con l’Ente turismo Alba, Bra, Langhe Roero e l’Atl di Cuneo, gli operatori internazionali si sono messi in viaggio per i tour alla scoperta del territorio.
Nella giornata di sabato, dopo la visita alla Fiera Internazionale del tartufo bianco d’Alba, un gruppo ha fatto tappa a Barbaresco e Neive, mentre un altro gruppo si è trasferito alla Cantina comunale di Clavesana per poi concludere la giornata a Carrù gustando il tradizionale bollito misto.

 La prossima edizione della Borsa sarà ospitata a Cuneo a fine aprile 2017.

Antonella Parigi, assessore regionale al turismo spiega: Se gli Stati Uniti hanno la Silicon valley, l’Italia ha la Wine&food valley che rappresenta una risorsa altrettanto straordinaria. Biteg non solo è il centro economico di questo distretto, ma rappresenta anche un nuovo approccio alle politiche del turismo, dove la sinergia tra pubblico e privato si dimostra un elemento vincente e la vera chiave per lo sviluppo.
Gli Stati Uniti sono stati il “Paese Ospite” di questa edizione accanto all’Umbria “Regione ospite” con una propria vetrina espositiva per raccontare il territorio attraverso la sua enogastronomia e trasmettere l’energia e la passione di una terra che, nonostante tutto, non si ferma e guarda avanti.
Il maestro Gualtiero Marchesi e il ministro  Enrico Costa sono stati gli ospiti d’eccezione della suggestiva serata all’albergo dell’Agenzia di Pollenzo.
Tanti i partner che hanno contribuito alla realizzazione di questa edizione della Borsa, tra cui il Consorzio dei produttori di vino del Roero e la Cia-Confederazione italiana agricoltori, che con le eccellenze agroalimentari dei suoi agriturismi ha sedotto il palato degli ospiti durante le giornate di lavoro al Castello Malabaila.