La pizza migliore del Mondo? Quella dell’albese Piero Conidi

MONDIALE DEI PIZZAIOLI Doppio trionfo albese al Primo campionato mondiale dei pizzaioli, in programma ad Alatri in provincia di Frosinone lunedì 21 e martedì 22 novembre. 

Piero Conidi, titolare del ristorante “Pizzeria del corso” di corso Piave ha trionfato in due delle quattro categorie in gara, “contro” oltre 250 colleghi da ogni angolo d’Italia e del Mondo.

Al settimo cielo il pizzaiolo albese che abbiamo sentito di ritorno ad Alba dove nella serata di mercoledì 23 novembre si terrà una festa per celebrare la doppia vittoria: «Mi sembra di vivere un sogno. Ho partecipato per la prima volta a un concorso pensando di voler fare un’esperienza, ma senza particolari ambizioni».

Conidi ha vinto nelle categorie Calzone e innovativa

Nonostante l’inesperienza nei concorsi per pizzaioli Conidi si presenta con due pizze che sintetizzano la sua albesità e ne esaltano le origini calabresi.

Nella categoria “Innovativa” il pizzaiolo langhetto prepara la “Alba regina” una pizza bianca con una base di crema al tartufo, mozzarella, fonduta, punte di asparago, salsiccia e uovo in camicia, il tutto impreziosito da una grattata di tartufo bianco d’Alba in uscita.

Nella categoria “Calzone” Conidi prepara una pizza con Scarola, pinoli, olive taggiasche, mozzarella di bufala e scamorza affumicata.

Due tentativi e due trionfi, per i giudici sono le sue le migliori pizze tra le oltre 250 in gara in ogni categoria.

Da oltre 20 anni in corso Piave

Piero Conidi, albese di nascita, ma originario della Calabria ha 47 anni buona parte dei quali passati a sfornare pizze nella città del tartufo. Da venti anni ha aperto in corso Piave la “Pizzeria del corso”. La pizza “Alba regina” con tartufo bianco e uovo è diventata una delle più richieste e ricercate del suo locale.

«Dedico questa vittoria alla mia famiglia, agli amici che hanno sempre creduto in me e a tutti i miei clienti con cui sarà bello festeggiare questa doppia vittoria», dichiara Piero ancora emozionato.

Marcello Pasquero