Legambiente premia Alba per la raccolta rifiuti

Ecovolontari nelle scuole primarie

AMBIENTE La città di Alba è stata premiata, nell’ambito della fiera su energia, fonti rinnovabili e sviluppo sostenibile “Ecomondo” di Rimini, da Legambiente per i suoi servizi ambientali, valutati come una delle migliori «buone pratiche di ecosistema urbano» d’Italia. A far “capitolare” i giudici: le peculiarità dei nuovi servizi introdotti da Stirano (gruppo Egea) con il recente appalto che si è mosso su tre filoni principali: l’utilizzo di mezzi elettrici a impatto zero, la riduzione dei rifiuti indifferenziati e l’introduzione della figura dell’ecovolontario.

L’utilizzo di mezzi elettrici a impatto zero ha permesso, a sei mesi dall’attivazione nelle quattro città in cui opera Stirano: Alba, Loano, Pesaro e Urbino, di percorrere complessivamente 70mila km, per oltre un terzo nella città del tartufo bianco. Un toccasana per l’ambiente (10,5 le tonnellate in meno di anidride carbonica immesse nell’atmosfera), ma anche per il portafoglio con un risparmio complessivo di 20mila euro. Minore spesa che potrebbe aumentare con l’apertura del distributore Egea di corso Europa attrezzato con colonnine per ricaricare i mezzi elettrici.

 

Incoraggianti anche i primi dati che riguardano la quantità dei rifiuti prodotti dagli albesi che segnano un netto cambio di rotta negli ultimi otto mesi. I rifiuti differenziati mediamente ogni mese sono passati da 390 a 560 tonnellate con una crescita oltre ogni più rosea aspettativa.

Incoraggiante anche il dato che riguarda la carta raccolta (40 tonnellate in più al mese, erano 140 a febbraio, 180 nel mese di ottobre) e l’organico che è passato da 95 a 150 tonnellate al mese.

Ultimo capitolo a far contenta Legambiente: l’introduzione degli ecovolontari o meglio la risposta degli albesi all’introduzione di questa nuova figura. In un periodo in cui è sempre più difficile trovare volontari, gli albesi che hanno risposto “presente” sono già oltre 50 a cui si aggiungono, durante la Fiera, i 40 ragazzi dell’istituto Piera Cillario Ferrero, che hanno presidiato le mini isole ecologiche per la raccolta differenziata. Nei prossimi mesi l’obiettivo di Comune e Stirano sarà di coinvolgere mille studenti albesi nel ruolo di ecovolontari.

Il premio, assegnato ogni anno in collaborazione con Città sostenibile, è stato ritirato dal consigliere comunale Giuseppina Borgogno, dal responsabile dell’ufficio ambiente Italo Sobrero, accompagnati dal presidente del Consiglio di sorveglianza Egea Olindo Cervella, dall’ad PierPaolo Carini e dal consigliere del Coabser Pier Carlo Gallo.

Marcello Pasquero