Gli scout nel loro centenario portano ad Alba la luce di Betlemme

ALBA Circa una quindicina fra capi e ragazzi dei gruppi scout di Alba sono stati a Vienna sabato 10 dicembre per ricevere la Luce della Pace di Betlemme, in occasione del centenario dello scoutismo albese e in rappresentanza dell’Agesci (Associazione guide e scout cattolici Italiani), insieme ad alcuni capi di Trieste.

 

Ormai sono più di vent’anni che, per opera degli scout austriaci, viene accesa una lampada nella grotta nella Basilica della Natività di Betlemme, dove arde in modo continuo una fiamma. La lampada viene portata a Vienna, da dove viene poi distribuita in tutt’Europa attraverso le diverse associazione scout dei vari Paesi Europei.

Da oltre vent’anni la stessa Luce arriva anche ad Alba e viene distribuita a tutta la cittadinanza e portata dagli scout locali nei luoghi più significativi della città (ospedale, parrocchie, case di riposo). Per i cristiani ad assumere tutto il significato della luce del Natale di Gesù, vuole essere anche simbolo di speranza, pace, accoglienza per tutti gli uomini di buona volontà.

Di solito sono gli scout di Trieste, anche per ragioni storiche e geografiche, a ricevere la luce a Vienna per poi, attraverso il treno, portarla in tutta Italia. Quest’anno la delegazione a Vienna si è arricchita della presenza dello scoutismo albese.

Ad Alba, sabato 17 dicembre nella chiesa di Santa Margherita si è svolta una veglia di preghiera e riflessione sulla Pace ed è stata distribuita la luce a tutta la cittadinanza.