Ubi banca mette a disposizione di 10 milioni di euro per sostenere la ripresa nei comuni alluvionati

TORINO A fronte alla situazione di emergenza e ai pesanti danni provocati dagli eventi alluvionali del 24 e 25 novembre in Piemonte e in Liguria, Ubi banca ha stanziato un plafond di 10 milioni di euro a sostegno sia della clientela privata sia di tutte le tipologie di attività economiche che hanno subito danni, con l’intento di favorire nel più breve tempo la ripresa delle loro attività imprenditoriali.

Il plafond complessivo è dedicato a due tipologie di intervento: finanziamenti chirografari a medio e lungo termine sia per privati residenti o proprietari di seconde case sia per operatori commerciali con sede legale o unità produttive nelle aree colpite dagli eventi alluvionali, e sospensione delle rate dei mutui e dei finanziamenti in genere.

«Con questo intervento – commentano Riccardo Barbarini e Marco Franco Nava – Ubi banca vuole contribuire concretamente al superamento del difficile momento che tante famiglie e tanti operatori economici stanno vivendo, mettendo a loro disposizione uno strumento finanziario agile e fruibile in tempi brevi». Nella consapevolezza dell’urgenza, sarà garantito un iter procedurale privilegiato sia per la concessione dei finanziamenti che per la gestione di eventuali richieste di moratoria per mutui o finanziamenti a medio e lungo termine in corso con la Banca.

Le filiali Ubi banca sono a disposizione della blientela per informazioni.