Viaggeremo in metro da Alba fino a Torino

FERROVIA Oltre trenta treni elettrici ogni giorno collegheranno Alba a Torino dall’11 dicembre, in anticipo rispetto al progetto per la messa in funzione della nuova linea elettrificata il primo gennaio 2017. L’idea ha preso forma nel dicembre 2015 ed è divenuta realtà anche grazie ai buoni uffici della Ferrero, interessata a potenziare i collegamenti tra Alba e Torino per favorire gli spostamenti di 300 impiegati che, da gennaio, da Pino Torinese saranno al lavoro ad Alba.

I primi a beneficiare del nuovo servizio, che a pieno regime dovrebbe arrivare a 36 corse giornaliere, saranno i pendolari. Una piccola rivoluzione per una città che si è sempre sentita isolata, al punto che molti ancora non ci credono. «Sarà vero? Ce la faranno e funzionerà bene?», si chiede Carlotta, giovane lettrice di Gazzetta d’Alba on-line, a cui fa eco Roberto: «Non ci credo finché non lo vedo».

«È tutto vero», assicura il sindaco Maurizio Marello, che aggiunge: «I treni giornalieri garantiti saranno 31 con l’obiettivo di arrivare a 36. Incontreremo i dirigenti Rfi martedì 29 per concordare gli orari. La richiesta sarà di spalmare il servizio sulla giornata intera, ma chiederemo anche alcuni viaggi veloci rispetto ai 65-70 minuti che impiegheranno i treni per arrivare a Porta Susa fermando in ogni stazione».

Un secondo incontro tra Comune e Rfi è in programma il 6 dicembre per definire i dettagli riguardanti la stazione albese e discutere del progetto di una passerella per collegare la stazione ferroviaria e corso Beausoleil. L’opera dovrebbe essere finanziata in parti uguali da Rfi e Comune. Se si troverà l’accordo la struttura potrebbe essere realizzata già entro il 2017.

I lavori in corso alla stazione di Alba

Per consentire l’ultimazione dei lavori da domenica 20 novembre al 10 dicembre i treni in circolazione tra le 9 e le 13 saranno sostituiti con bus da Cavallermaggiore e Alba. Un disagio che non dovrebbe colpire i pendolari e che dovrebbe consentire domenica 11 dicembre per la prima volta di percorrere la tratta metropolitana Sfm4 fino alla Capitale delle Langhe, senza cambi di convoglio.

L’intervento che sarà realizzato a cavallo tra novembre e dicembre permetterà la riqualificazione delle stazioni presenti sulla linea. Nei centri di Alba e Bra è previsto l’innalzamento dei marciapiedi di 55 centimetri secondo lo standard europeo, l’inserimento di percorsi tattili a favore degli ipovedenti e l’installazione di luci a led per illuminare i marciapiedi; sarà poi installata una nuova segnaletica, nuovo arredo urbano e implementato un nuovo sistema di annunci visivi al pubblico.

Infine, a Mussotto, Pocapaglia, Santa Vittoria e Monticello saranno riqualificati i fabbricati, i marciapiedi e installate nuove pensiline. Sembra un sogno, ma non è così.

Marcello Pasquero