Addio a Marco Bianco, il geometra vignaiolo di Valdivilla

SANTO STEFANO BELBO È morto all’età di 62 anni, Marco Bianco, produttore di Moscato di Valdivilla. Carattere riservato, amante dell’arte e della montagna, Marco Bianco aveva fondato l’azienda vitivinicola che portava il suo nome (oggi Mongioia), a Valdivilla alla fine degli anni Novanta. Nato a Torino e cresciuto fra la città e Cossano Belbo, geometra vignaiolo, Bianco fu il primo a diradare il Moscato. Per decenni ha coltivato il sogno di valorizzare il suo territorio e lo ha realizzato mettendo amore e passione in ogni bottiglia di vino. Ha lavorato negli anni a un Moscato diverso da qualsiasi altro sul mercato, in grado di dimostrare le potenzialità del vitigno dal punto di vista della longevità, coltivando vigne antiche, spesso impervie e con basse rese. Questa scelta, insieme alla sua grande umanità e alla sua capacità di guardare lontano, è stata la chiave del suo lavoro, nonostante la malattia che lo accompagnava da tanti anni.
Lascia la moglie Iliana, la figlia Alessandra, il figlio Riccardo, la nuora Maria e i nipoti Leonardo ed Edoardo.