Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Consumo del suolo: Confindustria chiede alla Regione di fare un passo indietro

CONSUMO DEL SUOLO «Riteniamo non si debba portare avanti con tal urgenza, a livello regionale, un provvedimento che la Ue chiede di aver pronto nel 2050, anche perché c’è un Disegno di legge in discussione a livello nazionale. Una proposta del genere, così come concepita, stravolge completamente i Prg vigenti, con costi insostenibili per i Comuni. Rivolgo un appello alla Regione affinché rifletta bene prima di portare avanti disposizioni che stravolgerebbero la nostra economia e il benessere delle generazioni future».

Così Franco Biraghi, presidente di Confindustria Cuneo, nell’aprire il suo intervento ieri, venerdì 27 gennaio al seminario tecnico “Contenimento del consumo del suolo” svoltosi a Roreto di Cherasco nell’auditorium della Banca di Cherasco, momento di confronto organizzato da Confindustria Cuneo in collaborazione con Confindustria Piemonte, Ance Cuneo e Banca di Cherasco sui contenuti della bozza di disegno di legge regionale “Norme per il governo sostenibile del territorio e il contenimento del suolo”.

Su Gazzetta in edicola martedì 31 gennaio l’articolo completo