La visita del presidente distrettuale lancia la concreta attività dei Leo

ALBA I giovani dei club Leo Alba-Langhe e Canale-Roero si sono ritrovati per il primo meeting del 2017, in occasione della visita del presidente distrettuale Andrea Molineris e della vice Emilia Fresia.
L’incontro, cui hanno partecipato una ventina di soci, si è svolto sabato 14 gennaio all’agriturismo Cà d’Olga in frazione Rivalta di La Morra con una particolarità, ovvero le portate del menù erano impostate “al contrario”.

Sei nuovi soci

Questa modalità inusuale è stata scelta per accogliere sei giovani che durante il banchetto hanno potuto subito conoscere le linee guida del club e la tipica etica lionistica del we-serve, entrando ufficialmente a far parte del prestigioso Leo Alba-Langhe.
Particolarmente sentita la cerimonia di ingresso ufficiale con i postulanti Marta Alessio, Susanna Bastardi, Giulia Bobba, Gianluca Gatto, Davide Trucco e Stefano Ventura che hanno ricevuto la spilla dalle mani della presidentessa del club Alessandra Moretti e dalla Leo advisor Giovanna Bergui.
«Ogni qualvolta visito un club ci sono sempre sorprese positive, in questo i giovani Leo vanno al di là di ogni aspettativa e riescono sempre a stupire: quale miglior occasione di questa per accogliere nuovi giovani così motivati», ha dichiarato il presidente distrettuale Molineris. «Per ogni club è importante costituire un lascito alle generazioni successive, tutto ciò è possibile solo con l’attività di servizio, giorno dopo giorno. Sono molto soddisfatto delle sinergie che si sono create tra i due club che condividono progetti importanti e un ideale Leo fatto di concretezza. Entrambi i club hanno alla base un’ottima formazione e conoscenza della filosofia di servizio lionistica». Il club Canale-Roero ha ricordato, invece, il suo impegno nel contribuire all’acquisto di numerosi kit di cancelleria da donare alle scuole primarie della sinistra Tanaro e l’adesione al manifesto Leo for green di sostenibilità ambientale.
«Siamo al lavoro per promuovere la conoscenza del club, con una campagna di avvicinamento ai Leo di nuovi aspiranti soci», ha concluso la presidentessa della delegazione roerina Angelica Borio. «A marzo organizzeremo una cena al buio, coinvolgendo alcune associazioni che si occupano di persone ipovedenti».
Le sinergie tra gli albesi e i roerini sono attive in campo distrettuale nell’ambito del progetto nazionale Ton per la vendita di prodotti dolciari in occasione delle principali festività religiose e nell’ambito della lotteria finalizzata alla formazione e donazione di un cane guida per non vedenti.
«Siate all’altezza della situazione», conclude la nuova Leo advisor Bergui, «poiché voi giovani sarete la freschezza dei futuri Lions, le nostre grandi “speranze”».
Alessio Bottigliero