Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Teatro telaio mette in scena Il sale della terra per Burattinarte

TEATRO DI FIGURA

 Domenica 29 gennaio alle 16.30, la rassegna Burattinarte d’inverno prosegue con il secondo appuntamento del calendario: lo spettacolo intitolato Il sale della terra, che verrà messo in scena dal Teatro telaio di Brescia.

L’appuntamento è all’interno dell’auditorium San Giuseppe di Neive, al numero 1 di via Calissano, in frazione Borgonuovo.

Considerate le ridotte dimensioni della sala, gli organizzatori consigliano vivamente di prenotare i posti, telefonando al numero 338 715 4844  o inviando una e-mail a press@burattinarte.it indicando il proprio nominativo e il numero di posti che si intende prenotare. I posti saranno riservati gratuitamente fino alle 16.15, dopodichè verranno assegnati

La trama

C’è un cerchio di sale al centro della scena. Che cosa nasconderà mai tutto questo sale? Ci sono una nonnina un po’ arcigna e una bambina vivace e impertinente, ma non preoccupatevi, non ci sono Cappuccetti Rossi in giro, non questa volta!

C’è una bambina che, curiosa, si muove tra il sale e la montagna e che tutto tocca e assaggia… e c’è una nonnina che conosce la terra, il sale, gli animali e la montagna e che lavora, lavora, sistema, rimette tutto in ordine e sbuffa…

Comincia così una storia ispirata ad atmosfere andine, che parla ai bambini piccolissimi di natura e di cultura/agricoltura: racconta di come Pacha Mama (la Madre Terra) ci affidi grandi doni da trasformare e valorizzare, nel rispetto di un tesoro che dovrà appartenere anche alle generazioni future. Sotto il sale della terra si nascondono piccoli tesori: strani animali ci donano una parte di loro che, solo grazie al nostro lavoro, può diventare gustoso formaggio e caldo maglione di lana.