Tre scosse in centro Italia, tanta paura, ma nessuna conseguenza per i volontari Proteggere Insieme

PROTEGGERE INSIEME Altre tre scosse di terremoto nelle ultime ore con magnitudo oltre i 5 gradi, avvertiti in Lazio, Abruzzo, Marche e Umbria

Il presidente di Proteggere Insieme Roberto Cerrato spiega: «Questa mattina stiamo assistendo con apprensione alle numerose continue scosse di terremoto nel Centro Italia che aggravano notevolmente la precaria situazione che da mesi sta opprimendo le popolazioni di quei comuni nelle Regioni comprese tra Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio.

Siamo ulteriormente impegnati emotivamente in quanto abbiamo sul posto una squadra di volontari presso Norcia con base a Spoleto che stava operando da lunedì per le attività relative ala messa in sicurezza del patrimonio culturale».

Una presenza di Proteggere Insieme che prosegue dal 9 settembre: «Siamo presenti da quattro mesi nei luogli del terremoto, senza soste , con nostre squadre , con fondi propri in autogestione e grazie all’aiuto di tante persone che ci stanno sostenendo per portare aiuto alle persone e salvare le opere d’arte. I nostri volontari stanno bene e sono in appoggio alle attività di monitoraggio della situazione, con le difficoltà evidenti anche a causate dalla neve presente con una coltre di circa un metro . La situazione e’ davvero in evoluzione e il Dipartimento della Protezione Civile sta attuando i primi interventi sul posto di coordinamento con l’Esercito».