Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

Bra prepara gli Stati generali della mobilità sostenibile

BRA Il Comune di Bra ha lanciato la sua campagna di sensibilizzazione sulla mobilità sostenibile, chiamata “Cambia marcia, usa la testa”. Il progetto è stato presentato sabato 4 febbraio: dapprima durante un mini-tour su un bus elettrico, nel corso del quale il sindaco Bruna Sibille ha mostrato gli interventi già realizzati dall’Amministrazione, come la riqualificazione e la pedonalizzazione del centro. In seguito, l’evento si è spostato al Movicentro in piazza Caduti di Nassiriya, dove si è svolta una conferenza moderata da Roberto Cavallo della cooperativa Erica di Alba.
La campagna, il cui sottotitolo è “Muoviti bene. Vivi meglio”, vedrà il coinvolgimento attivo di diversi portatori di interesse a cui verrà data voce con tavoli di coprogettazione trasversale. Nelle scuole, ad esempio, come ha spiegato Albina Ambrogio della cooperativa Erica, nel secondo quadrimestre sarà proposto agli studenti un percorso formativo di educazione tra pari (peer-education).
“Cambia marcia, usa la testa” culminerà poi in primavera con gli Stati generali della mobilità sostenibile: una due giorni per condividere con la cittadinanza gli esiti del progetto partecipato, attraverso incontri, concerti, dibattiti, oltre all’esposizione dei contributi dei portatori di interesse e dei ragazzi. In parallelo, proseguiranno le iniziative messe in campo dal Comune con il Pums (Piano urbano di mobilità sostenibile), che durerà almeno dieci anni. Al riguardo, l’azienda Mobiliter, rappresentata da Michele D’Alessandro, ha illustrato alcune tappe per aumentare il risparmio energetico e ridurre l’inquinamento.
Inoltre, è intervenuto il consigliere comunale con delega ai trasporti Pietro Ferrero, il quale ha esposto il nuovo piano Tpl (Trasporto pubblico locale) della Regione Piemonte, che prevede l’allargamento del servizio orario su gomma verso la stazione di Bra a tredici Comuni limitrofi, oltre a un collegamento semi-orario con il nuovo ospedale di Verduno.
Per l’evento sono stati scelti come testimonial il giornalista Rai Beppe Rovera e Alessandro Abbio, ex azzurro della Nazionale di basket. Presenti in sala anche i parlamentari Chiara Gribaudo e Mino Taricco, oltre all’assessore regionale Alberto Valmaggia, che si sono soffermati sulla necessità di unire scelte politiche lungimiranti a buone pratiche quotidiane. Ha parlato pure il professor Giacomo Olivero, che svolge con le scuole indagini sui licheni degli alberi, per monitorare la qualità dell’aria.
Durante l’incontro è stato toccato il nodo dell’autostrada Asti-Cuneo che, se terminata, aiuterebbe a decongestionare il traffico della città della Zizzola. Infine, c’è stato spazio anche per alcune interessanti domande da parte del Consiglio comunale dei Ragazzi di Bra, che ha sollecitato le istituzioni su argomenti come il passaggio a livello, il Pedibus, le piste ciclabili e la buona abitudine di spegnere il motore dell’automobile quando si è fermi. D’altra parte, sono proprio loro, i giovani, a cui interessa maggiormente un futuro sostenibile.
Fabio Dellavalle