Il quartiere Moretta ha le vie intasate dall’eccessivo traffico

ALBA Si è svolto il 20 gennaio l’incontro programmato dal direttivo del Moretta-corso Langhe per discutere sulla necessità e urgenza di un miglioramento della viabilità.
Alla serata hanno partecipato l’assessore alla mobilità e trasporti Rosanna Martini, il consigliere delegato ai quartieri e alle frazioni Claudio Tibaldi, il comandante della Polizia municipale Antonio Di Ciancia e il vigile di quartiere Roberto Isnardi.
Nel quartiere persistono i parcheggi selvaggi, con intasamenti del traffico in via Pinot Gallizio nei pressi dell’impianto sportivo durante le partite di calcio, nei pressi del supermercato Prestofresco durante il giorno di mercato rionale e in via Cencio, nelle ore di entrata e uscita degli alunni.

In via Santa Margherita

In via Santa Margherita si segnala il mancato rispetto del divieto di sosta che, associato alla carenza di marciapiedi, crea una situazione di pericolo per i pedoni. Alcuni residenti propongono il senso unico di marcia per risolvere in parte il problema.
Situazioni di pericolo sono state rilevate anche in corso Enotria per l’alta velocità e alla rotonda all’altezza di via Romita dove l’alta siepe e la presenza di centraline oscurano la visibilità delle strisce pedonali.
Il comitato ha anche chiesto di rendere la circolazione più sicura attuando un maggiore controllo al controviale di corso Langhe utilizzato come strada secondaria e ad alta velocità, soprattutto durante le ore mattutine, causando disagi e rischi a pedoni, ciclisti e ai bambini che utilizzano Piedibus.
L’assessore Martini ha espresso l’idea di rivedere la circolazione nel quartiere attraverso uno studio insieme all’Ufficio tecnico e un conseguente progetto da proporre ai cittadini durante un’assemblea pubblica in modo che si raggiunga una decisione con il parere di tutti.
Durante la serata il comandante Di Ciancia ha esposto ai presenti i dati sul fronte della rilevazione degli incidenti stradali.
«Sono stati rilevati 177 incidenti di cui 172 gestiti dalla Polizia municipale, 1 dalla Polizia stradale e 4 dai Carabinieri, coinvolgendo 113 feriti e 351 veicoli», spiega il comandante. «Nessuno di questi incidenti ha avuto esito mortale. Si rileva un leggero incremento, nel 2015 gli incidenti sono stati 163. Per quanto riguarda il quartiere Moretta ci sono stati 15 incidenti in corso Langhe e uno ciascuno in corso Italia, via Cadorna e corso Enotria».
«Nel corso dell’incontro sono state individuate, in un clima di confronto e collaborazione», dice Maria Grazia Perrone, presidente del direttivo Moretta-corso Langhe, «tematiche che coinvolgono i residenti del quartiere, ai quali verrà data puntuale informazione in merito alle future possibili soluzioni, prendendo in considerazione eventuali suggerimenti».
Bruna Bonino