Romano (M5s) chiama a raccolta i politici della zona Unesco per sbloccare la Asti-Alba

Da sinistra il consigliere albese Ivano Martinetti e l'onorevole Romano entrambi del M5s

ASTI-ALBA L’Onorevole pentastellato Paolo Nicolò Romano torna chiedere un impegno forte al Governo per mettere in campo ogni iniziativa, anche di carattere finanziario, per la immediata riattivazione della linea ferroviaria Casale Monferrato-Asti-Alba e delle altre insistenti nel perimetro dei paesaggi vitivinicoli del Piemonte delle Langhe-Roero e Monferrato

Romano spiega: «Ho constatato disponibilità, occorre che tutti i parlamentari piemontesi che abbiano a cuore il problema, in particolare i miei colleghi deputati, si attivino direttamente sollecitando la commissione trasporti affinché dalle intenzioni si passi ai fatti. Le opposizioni come è noto non hanno grandi margini per poter influire sul calendario dei lavori, per questo conto molto sul ruolo persuasivo delle amministrazioni comunali interessate dalla linea ferroviaria, nei confronti dei deputati di maggioranza. Se verrà calendarizzata la mia risoluzione, il Governo non potrà tirarsi indietro, poiché parliamo della riattivazione di linee ferroviarie transitanti in un territorio patrimonio mondiale Unesco».

Il deputato del M5s conclude: «Auspico un forte impegno da parte di tutti i livelli istituzionali del Piemonte, per non perdere questa importante occasione di portare in Parlamento un tema molto sentito in Regione: la riattivazione delle linee ferroviarie storiche insistenti nel territorio delle Langhe-Roero e Monferrato, che è una formidabile opportunità di promozione e sviluppo delle nostre terre»