Su questo sito utilizziamo cookie tecnici.

4.224 edifici in città: tre albesi su dieci vivono in affitto

L’INCHIESTA / 2 Immobiliare.it è un sito che raggruppa oltre 35 mila agenzie in tutta Italia. Secondo le statistiche appena formulate dalla piattaforma, ad Alba esistono 4.224 edifici, di cui il 99,55 per cento utilizzato. Il 63 per cento della popolazione vive in case di proprietà, il 29,97 in affitto. Secondo le statistiche, ad Alba nel mese di gennaio 2017 per gli immobili in vendita sono stati richiesti in media 1.912 euro per metro quadrato, contro i 1.962 registrati nel 2016: la diminuzione è pari al 2,53%.

I prezzi scendono dunque, riflesso di un mondo immobiliare e pure finanziario incerto. Un disorientamento che proviene da più lontano, come la recessione ci ha insegnato: i movimenti internazionali – politici e bancari – influiscono sul locale proprio a partire dagli immobili.

La forbice dei numeri

Tornando ai numeri, interessante analizzare gli estremi: nel corso degli ultimi 24 mesi il prezzo richiesto ad Alba ha raggiunto il massimo nel mese di febbraio 2015, con un valore di 1.993 euro al metro. Il mese in cui è stato richiesto il prezzo di vendita più basso invece è stato novembre 2016: 1.861 euro.

L’altra aspetto, gli affitti

Altra storia è quella degli affitti. In questo caso i prezzi aumentano. Ad esempio a gennaio 2017 per gli alloggi sono stati richiesti in media 7,39 euro mensili a metro quadrato, con un aumento del 4,29% rispetto a gennaio 2016 (quando la media invece ammontava a 7,08 euro). Si tratta del valore più alto negli ultimi due anni. Il mese in cui è stato chiesto il prezzo minimo è stato per contro maggio 2016: per un immobile in affitto occorrevano in media 6,71 euro. Il carattere molto oscillatorio delle tariffe appare indicativo di una dinamica finora inedita: gli edifici racchiudono l’incertezza. Rifrangono l’indeterminatezza a livello finanziario globale e non rappresentano più l’ideale di investimento delle generazioni passate.

m.v.